Vivere il presente

Impieghiamo le nostre energie per occuparci, piuttosto che preoccuparci; il timore o l’ansia di ciò che avverrà è preoccuparsi. Ma perché avere il timore di qualcosa prima che avvenga? Magari quello che temiamo non avverrà mai, e noi, con quest’ansia, avremo sprecato il tempo per noi più prezioso: il presente. Recuperare completamente il nostro presente implica un ulteriore passaggio, assolvere noi e le persone che ci hanno fatto del male, qualche volta anche senza volerlo. Portarsi dietro un pesante fardello, intriso di rabbia, dolore, rancore, avvelena soltanto noi stessi. Prima riusciremo a liberarci, da queste emozioni, prima cammineremo a passi leggeri verso la rinascita.

Loredana Mazzone, Scivolata su una buccia di banana

Facebook Comments

Lascia un commento

2 commenti su “Vivere il presente”