Nella Tela Del Ragno

Cadere in un’assurda spirale di violenza è molto più frequente di quanto si possa immaginare. Del resto i dati, resi pubblici dai mass media, parlano chiaro. In questo breve estratto del mio libro si pone l’accento su come, quasi banalmente, il tutto abbia spesso inizio. Segnali chiari ed inequivocabili da non trascurare, e sui quali non sorvolare, se si tiene alla propria vita.
“Generalmente ciò che precede la violenza fisica, è sempre la violenza psicologica”
Prima di arrivare alla violenza fisica inizia un lavoro subdolo di pressioni psicologiche che tendono a rendere sottomessa la compagna che diventa, suo malgrado, sempre più succube del partner. Toni sempre più alti, urla, insulti. Tutto questo si consuma dentro le mura di casa, fuori un’apparente normalità, se lei tace nessuno si accorge di niente. Secondo passo è isolare sempre più la vittima, la si allontana da amici, familiari, fino a costruirle attorno un invisibile carcere. Un lavoro paziente che indebolisce la donna e la fa abituare alla violenza, quasi fosse una cosa normale…

Scivolata su una buccia di banana

Facebook Comments

Lascia un commento