La Respirazione Consapevole

Come stare subito meglio quando si vive un momento stressante, con soltanto pochi minuti da dedicare a sé stessi, praticando la respirazione consapevole. Una metodica che, se esercitata regolarmente, permette di placare ansia e pensieri negativi. Poggiate la mano destra sull’addome e la sinistra sul petto. Iniziate a respirare lentamente e con respiri profondi, l’addome deve gonfiarsi ed espandersi a ogni inspirazione, la mano destra sarà sollevata da questo movimento dell’addome. Espirando la mano si abbasserà seguendo così i movimenti del respiro. La mano sinistra posta sul petto resta immobile. Respirare per almeno 4/5 minuti in questa maniera vi farà sentire meglio velocemente. Molta gente ha una respirazione affrettata, superficiale. Si nota soprattutto nelle persone ansiose, che vivono una vita densa di paure e preoccupazioni. Questo porta a uno strano fenomeno, in cui sembra che la persona abbia fame d’aria. Pensiamo che quando ci spaventiamo per qualcosa, respirare profondamente determina un immediato miglioramento, e ci fa riprendere il controllo delle nostre emozioni. La respirazione accelerata, superficiale, se diventa parte del nostro vivere abituale, porta a una scarsa ossigenazione dei tessuti con conseguente sofferenza del corpo e della mente. Riprendere a respirare, con un giusto ritmo, è necessario per sciogliere le tensioni e migliorare la nostra consapevolezza.

Loredana Mazzone, Scivolata su una buccia di banana

Facebook Comments

Lascia un commento